facebook-gabriella-martinelliyoutube-gabriella-martinellitwitter-gabriella-martinelli

Gabriella Martinelli

Cantautrice con un forte amore per la canzone d’autore e il teatro.
Nasce a Roma e cresce in Puglia dove inizia i suoi studi musicali frequentando il Conservatorio Paisiello di Taranto. Appena maggiorenne vince la borsa di studio per l’Accademia Corrado Pani dei fratelli Insegno tornando così nella Capitale dove
prenderà forma il suo percorso artistico.
Gabriella fa tanta gavetta, suona nei club e gira l’Europa da busker. Partecipa nel 2009 all’Etruria Eco Festival in apertura a Paolo Belli, e vince diversi premi legati alla canzone Italiana d’autore:

Premio Botteghe D’autore 2017 – Miglior Interpretazione
Premio Bindi 2015
È tra i vincitori del Festival Musicultura 2014
Finalista della XIV Edizione del Premio Fabrizio De Andrè e Premio Bianca D’Aponte 2016

Nel 2006 ancora giovanissima, riceve un riconoscimento Speciale dal Radio Corriere TV ed è Finalista al Premio Mia Martini nel 2004 e al Festival di S.Vincent 2005.

Nel 2012 fa parlare di sé perché, accompagnata da un amplificatore a batteria e una chitarra, canta le sue canzoni sotto le sedi delle case discografiche e le radio Milanesi. In seguito all’iniziativa è ospite della Pina a Radio Deejay e di Alessandro Cattelan nella trasmissione radiofonica “105 all’una” in onda su Radio 105.

Nel 2013 è concorrente di The Voice of Italy. Nel 2015 pubblica il suo disco d’esordio, Ricordati di essere felice, per l’etichetta Toto Sound Records.

Collabora con il Teatro Patologico di Dario D’Ambrosi nella rassegna Mad Music Festival ed è ospite nel disco Bertoli di Alberto Bertoli, figlio del noto cantautore Pierangelo Bertoli.

Gabriella è tra le voci Italiane del progetto Come to my home, realtà che unisce artisti da tutto il mondo con l’intento di mescolare le arti, le culture, le nazionalità, girando dall’Africa all’Europa (Come to my home prende parte al Gibraltar World Music Festival – Obrigado in Spagna e al Festival di Torremolinos; al Teatro Megarama di Casablanca e al Festival di Ifrane in Marocco, a Dakar; in Francia e in Italia).

Nella primavera del 2016 è invitata a partecipare a Webnotte, programma d’intrattenimento musicale a cura dei critici musicali Ernesto Assante e Gino Castaldo, in diretta su Repubblica TV. Nello stesso periodo collabora con la compagnia
Todomodo e il cantautore Eugenio Finardi nella presentazione dell’opera rock Musica Ribelle al Teatro La Pergola di Firenze.
È tra gli artisti emergenti della Festa della Musica di Mantova 2016 e nel 2017 si esibisce al Teatro Parioli in apertura al concerto di Hindi Zahra. Lo stesso anno partecipa all’Indiegeno Fest in Sicilia e al Reset Festival di Torino.

Frequenta l’Officina Pasolini, percorso di Alta Formazione nell’ambito del teatro, della canzone e delle arti multimediali; la cui sezione canzone è sotto la direzione artistica di Tosca.

Gabriella pubblica il suo secondo progetto discografico nel 2018. Un album crossover, dal sound minimale, diretto. Registrato in presa diretta come si faceva una volta. La pancia è un cervello col buco, si chiama cosi il disco della giovane cantautrice che con toni decisi racconta di donne, affrontando anche tematiche scomode come l’anoressia e la violenza. Sono donne che imparano a non rimanere in silenzio e che abbracciano sempre una forte idea di coraggio. Il disco è interamente prodotto dall’artista Pugliese ed è arricchito dai disegni di Antonio Sileo, in arte Antonio Pronostico.

facebook-gabriella-martinelliyoutube-gabriella-martinellitwitter-gabriella-martinelli

Gabriella Martinelli

Cantautrice con un forte amore per la canzone d’autore e il teatro.
Nasce a Roma e cresce in Puglia dove inizia i suoi studi musicali frequentando il Conservatorio Paisiello di Taranto. Appena maggiorenne vince la borsa di studio per l’Accademia Corrado Pani dei fratelli Insegno tornando così nella Capitale dove
prenderà forma il suo percorso artistico.
Gabriella fa tanta gavetta, suona nei club e gira l’Europa da busker. Partecipa nel 2009 all’Etruria Eco Festival in apertura a Paolo Belli, e vince diversi premi legati alla canzone Italiana d’autore:

Premio Botteghe D’autore 2017 – Miglior Interpretazione
Premio Bindi 2015
È tra i vincitori del Festival Musicultura 2014
Finalista della XIV Edizione del Premio Fabrizio De Andrè e Premio Bianca D’Aponte 2016

Nel 2006 ancora giovanissima, riceve un riconoscimento Speciale dal Radio Corriere TV ed è Finalista al Premio Mia Martini nel 2004 e al Festival di S.Vincent 2005.

Nel 2012 fa parlare di sé perché, accompagnata da un amplificatore a batteria e una chitarra, canta le sue canzoni sotto le sedi delle case discografiche e le radio Milanesi. In seguito all’iniziativa è ospite della Pina a Radio Deejay e di Alessandro Cattelan nella trasmissione radiofonica “105 all’una” in onda su Radio 105.

Nel 2013 è concorrente di The Voice of Italy. Nel 2015 pubblica il suo disco d’esordio, Ricordati di essere felice, per l’etichetta Toto Sound Records.

Collabora con il Teatro Patologico di Dario D’Ambrosi nella rassegna Mad Music Festival ed è ospite nel disco Bertoli di Alberto Bertoli, figlio del noto cantautore Pierangelo Bertoli.

Gabriella è tra le voci Italiane del progetto Come to my home, realtà che unisce artisti da tutto il mondo con l’intento di mescolare le arti, le culture, le nazionalità, girando dall’Africa all’Europa (Come to my home prende parte al Gibraltar World Music Festival – Obrigado in Spagna e al Festival di Torremolinos; al Teatro Megarama di Casablanca e al Festival di Ifrane in Marocco, a Dakar; in Francia e in Italia).

Nella primavera del 2016 è invitata a partecipare a Webnotte, programma d’intrattenimento musicale a cura dei critici musicali Ernesto Assante e Gino Castaldo, in diretta su Repubblica TV. Nello stesso periodo collabora con la compagnia
Todomodo e il cantautore Eugenio Finardi nella presentazione dell’opera rock Musica Ribelle al Teatro La Pergola di Firenze.
È tra gli artisti emergenti della Festa della Musica di Mantova 2016 e nel 2017 si esibisce al Teatro Parioli in apertura al concerto di Hindi Zahra. Lo stesso anno partecipa all’Indiegeno Fest in Sicilia e al Reset Festival di Torino.

Frequenta l’Officina Pasolini, percorso di Alta Formazione nell’ambito del teatro, della canzone e delle arti multimediali; la cui sezione canzone è sotto la direzione artistica di Tosca.

Gabriella pubblica il suo secondo progetto discografico nel 2018. Un album crossover, dal sound minimale, diretto. Registrato in presa diretta come si faceva una volta. La pancia è un cervello col buco, si chiama cosi il disco della giovane cantautrice che con toni decisi racconta di donne, affrontando anche tematiche scomode come l’anoressia e la violenza. Sono donne che imparano a non rimanere in silenzio e che abbracciano sempre una forte idea di coraggio. Il disco è interamente prodotto dall’artista Pugliese ed è arricchito dai disegni di Antonio Sileo, in arte Antonio Pronostico.

Utilizzando il sito, oppure scorrendo questa pagina, accetti l'utilizzo dei cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più leggi qui.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi